La bellezza dell’utopico benessere.

Il nuovo avanza nel dettaglio.
18 agosto 2017
Lo spazio dismesso.
18 agosto 2017

La progettazione di un rinnovamento sociale, finalizzato al benessere collettivo, restituisce senso e merito ad una visione prospettica della bellezza, intesa come recupero di ogni valore culturale e disciplinare che conduca l’uomo verso se stesso e verso gli altri. La parola chiave della ricerca del ben vivere è segnalata dal concetto di “utopia”, ossia dall’idea motrice, atta a trasformare una situazione o un ordine sociale in un altro più aderente alle umane aspirazioni. Ogni forma di rinnovamento sociale e culturale è dettata dal movimento e da una propensione particolare alla forza dell’iniziativa, che rompe la monotona ingiustizia di uno stato precostituito di insoddisfazione. Aspirando ad una forma nuova di vita sociale, l’uomo agita la forza eroica che risiede nella propria indole, scatenando mutamenti all’insegna di un nuovo benessere egualitario. Si tratta di dare sfogo a quel cervello sociale, tipicamente proprio della predisposizione alla scoperta ed alla ricerca. Ciascun individuo è tenuto ad aspirare alla propria felicità, in quanto ne ha diritto, e, siccome il punto di partenza risiede nella volontà di sapere e di scoprire, la conoscenza sarà tanto più universale se la si connota sullo sfondo di un progetto utopico di democrazia. Tutti gli uomini hanno il diritto di partecipare alla bellezza della eudaimonia, così come ciascuno ha il dovere di agire in maniera tale da rendere prioritaria la fattibile possibilità di contemperare civilmente i propri interessi. L’uomo deve recuperare il giusto desiderio di conoscenza e di sapere che lo spinga a scoprire dimensioni utopiche di sana prospettiva sociale, culturale e formativa. In tal senso, la connotazione dell’utopia è capacità di promuovere, incentivare, sostenere lo sviluppo della cultura e della formazione. Perché, se di ideali e di visione non si vive, l’amministrazione e l’organizzazione vengono meno, ed il progetto di benessere sociale resta mera chimera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *