L’abitare come scopo.

Il valore di un sorriso.
15 agosto 2017
Buona visione a tutti!
15 agosto 2017

Il costruire ha l’abitare come scopo. Non tutte le costruzioni sono case, ma rientrano nell’ambito del concetto di abitare. Esso non riguarda meramente l’alloggio presso il quale si svolge la vita privata, ma, in maniera più estesa, coinvolge ogni contesto dove si sviluppi la vita quotidiana e lavorativa. Sicché, l’abitare consiste nel fine che presiede ad ogni costruzione. In sostanza, l’abitare è il tratto fondamentale dell’essere di un determinato luogo. Ebbene, da ciò deriva che ogni città, prima ancora di apparire, è. Realizzare un brand ad hoc per ciascuna città, comporta, innanzitutto, la percezione dell’essenza del luogo. Essa è costituita in particolar modo dagli animi dei suoi abitanti: ecco perché i processi decisionali di una città dovrebbero tener conto del parere della sua popolazione. Essere costruttori significa esplicitare il “noi”, proprio di una cultura dello sviluppo, che consiste in una rivoluzione culturale, atta a delineare la precipua caratterizzazione del brand sulla base, non soltanto del sapere tecnologico e scientifico, ma anche e soprattutto di quello tradizionale così come si è stratificato nelle varie generazioni. Secondo una fenomenologia marketing della città, un brand veramente efficace saprà rendere esplicito lo spirito del luogo mantenendolo inalterato nel tempo. Per fare questo occorre studiare, ascoltare, osservare, eseguire un piano marketing, valutare la visione, instillare una prospettiva di futuro, costruire non distruggere. In ciò consiste quella particolare preservazione dell’abitazione, intesa come ragione di tutela e salvezza degli spazi che costituiscono il luogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *