Il nuovo avanza nel dettaglio.

Cominciamento è racconto.
18 agosto 2017
La bellezza dell’utopico benessere.
18 agosto 2017

Il carattere distintivo di un’epoca rispetto ad un’altra è il “dettaglio” della novità che ne costituisce la differenza. In fase di ipersviluppo tecnologico, il concetto di “nuovo” ha assunto un’accezione intesa come superamento del vecchio, quasi a dire che ciò che è nuovo di fatto sia anche migliore. Il dettaglio, che, poi, consente la comprensione di ciò che si fa o si disfa all’interno di un determinato contesto storico-sociale, è quell’intuizione che segna l’epoca presente come unica e particolare, in quanto fase temporale ed umana dalle contraddistinte caratteristiche. La peculiarità della novità è ciò che caratterizza anche ogni forma di espressione di sé e di ciò che si intende proporre, permettendo di orientarsi laddove la società offre punti di riferimento che si succedono velocemente per periodi temporali sempre più brevi. L’avvicendamento del nuovo consta di ogni settore della vita quotidiana: si tratta di cambiamenti di mentalità secondo una cultura materiale che si traduce in una proliferazione di loghi e marchi, nel senso visivo del termine (ossia con riferimento all’immagine). Ogni cambiamento (dalla moda, alla urbanizzazione, alla tecnologia, etc.), ciascuno in costante evoluzione, è strumento di diverse composizioni che corrispondono ad altrettanti “racconti”, sia agli occhi dello spettatore, sia alla mente del creativo che stigmatizza la connotazione di un’evoluzione vecchio-nuovo-vecchio costantemente in fieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *